here



Foto di Elisa D'Errico

"Here" 2014, stampa su carta, lightbox.
July 28th - September 15th and September  22th - October 5
Viali di Bologna / On the road around the historic center of Bologna

Opera prodotta dal roBOt Festival
A cura di Federica Patti e Marcella Loconte


Ogni stampa presenta l'esatta mappa della posizione delle stelle sopra ad una determinata posizione.

"E' un po' come nelle mappe delle città, quelle pensate per i turisti che a volte cerchiamo quando ci sentiamo persi, quando abbiamo bisogno per un attimo di capire dove siamo, in che punto della terra ci troviamo, in quel momento in cui fermiamo tutto e cerchiamo tra le strade e i palazzi il puntino che ci dice "Voi siete qui".
Prendiamo coscienza della nostra posizione nella mappa, nella città, nel mondo.

Con la nostra installazione vorremmo che ci sentissimo un po' così, che ci sentissimo nel mondo e non nella mappa, che non cercassimo il puntino ma guardassimo all'enorme cartina che percorriamo ogni giorno perché in noi ci sia non solo la certezza di essere a Bologna, fermi al semaforo mentre andiamo a casa al lavoro o da qualche parte, ma anche nel mondo. E il mondo non è solo la nostra auto, ma è molto di più, il mondo non ha i confini delle nostre strade e delle nostra nazioni.
Se guardiamo al cielo vediamo solo ciò che sta sopra di noi, la porzione è limitata ma il cielo va oltre, va lontanissimo ma è sempre lo stesso, è ciò che ci unisce con chi sta lontano e non sa nemmeno che esistiamo.

Solo voltandoci vedremmo persone che vengono da paesi lontani o che li sognano o dove hanno famiglia, persone che possono guardare il cielo e sentirsi per un po' nella propria terra.

E noi che guardiamo in basso e scappiamo via, guardiamo in basso e ci lamentiamo, guardiamo in basso e non vediamo niente, solo i nostri piedi, solo i ricordi dei cani... Con questo lavoro vogliamo ricordare di guardare in alto, di continuare a sperare, a sognare e di sentirsi più larghi, di alzarsi, allargare le braccia, il nostro spazio è il mondo intero e il mondo intero è il nostro giardino, è la nostra auto, è dove siamo noi ora qui, a Bologna, a Pechino, a Damasco, a New York, a Dakar, voi siete qui su questo puntino che è il mondo intero."